Tori contro orsi: Oltre 1,1 miliardi di dollari di corti e lunghi liquidati nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore sono stati liquidati oltre 1,1 miliardi di dollari di posizioni sia lunghe che corte, con un volume totale di scambi giornalieri che ha raggiunto i 390 miliardi di dollari.

Le ultime 24 ore sul mercato delle valute criptate sono state particolarmente intense. Questa volta, l’azione non sembra provenire da Bitcoin, che ha preso una pausa.

Gli Altcoin, invece, stanno diventando parabolici. Come riportato da CryptoPotato, hanno aggiunto quasi 40 miliardi di dollari al tetto totale del mercato. Nonostante questo aumento, sia le liquidazioni lunghe che quelle corte sono fuori scala.

Oltre 1,1 miliardi di dollari liquidati in un giorno

Come spesso accade, quando il Bitcoin System arresta il suo avanzamento, le crittografie alternative ne approfittano e cominciano a scoppiare. Questo è ciò che è successo negli ultimi due giorni. La crittovaluta primaria è diminuita di valore, il che ha permesso ad altri di intervenire.

Il volume totale degli scambi nelle ultime 24 ore è salito a poco meno di 400 miliardi di dollari. Nello stesso periodo di tempo, sono state liquidate più di 1,1 miliardi di dollari di posizioni short e long. Questo si traduce in quasi 120.000 trader sulle principali borse.

Il più grande ordine di liquidazione singolo nell’ultima ora ha avuto luogo su Huobi e ha avuto un valore nominale di 12,92 milioni di dollari. Nello stesso periodo di tempo, sono state liquidate circa 31 milioni di dollari di posizioni lunghe e corte.

Come si vede dal grafico sopra riportato, la maggior parte delle posizioni era lunga, per un totale di 685 milioni di dollari. In testa c’è Binance, che non è una sorpresa. I prossimi in fila sono Huobi, Bybit e OKEx.

Un gioco a somma zero

Il trading è un gioco a somma zero. Questo significa che per vincere una persona, un’altra deve perdere. È un principio fondamentale che deve essere tenuto sotto stretta considerazione quando si entra in un mercato così volatile come questo.

Questo vale soprattutto per i nuovi arrivati. I dati di Google Trends rivelano che l’interesse per Bitcoin è aumentato notevolmente nell’ultimo mese.

E‘ ovvio che i livelli attuali non sono affatto vicini al loro picco dal lontano 2017, ma la massiccia volatilità può causare gravi perdite di capitale a meno che non si adottino una gestione del rischio e principi adeguati.